attività_pubblicazioniPubblicazioni

Gli YOGA SUTRA di Patanjali - La coscienza dell'Essere
PRIMA PARTE: Libri I° e II° a cura di Moiz Palaci e Renata Angelini
Questa introduzione agli Yoga Sutra vuole essere un contributo all’esplorazione di un testo prezioso che parla di un percorso certamente non confinato entro i limiti della cultura indiana. I sutra che lo compongono riguardano tutti gli esseri umani e sono rivolti, in particolare, a coloro che sentono di non aver esaurito il potenziale della propria evoluzione interiore.
Di fondamentale importanza si sono rivelati per noi l’incontro con Gérard Blitz prima e Vimala Thakar poi, e il lungo rapporto intrattenuto con loro nel corso degli anni.
Gérard non si stancava di ripetere: “Gli Yoga Sutra non sono un libro di lettura. Non aspettatevi di trovare una verità, un metodo o un sistema da adottare. Si tratta piuttosto di un testo aperto, di uno specchio, un invito a interrogarsi…”.
Vimala Thakar, dal canto suo, ama sottolineare che: “… gli Yoga Sutra non indulgono in teorie o astrazioni, ma mirano alla cessazione della sofferenza umana… Ciò rende questa via, questo ‘Darshana’, un cammino indipendente, a sé stante.”

Le affermazioni dei Sutra sono espressione di un vissuto che siamo invitati a sperimentare a nostra volta, in modo diretto, attraverso la pratica.

Gli aforismi che compongono questo antico testo rivelano l’esistenza e affinano la capacità di accedere a uno “stato d’Essere”.
In rapporto al vissuto interiore di ciascuno, per ogni domanda si scoprono risposte corrispondenti a differenti livelli di consapevolezza.
Grazie alla pratica, ogni singola parola dei Sutra può rivelare contenuti ben più ricchi e profondi di quelli derivanti da una mera traduzione.”

Gli YOGA SUTRA di Patanjali - Uno sguardo nel profondo
SECONDA PARTE: Libri III° e IV° a cura di Moiz Palaci e Renata Angelini
PUBBLICAZIONE: NOVEMBRE 2010

Da sempre, ma con particolare intensità nella nostra cultura e nel nostro tempo, l’individuo concepisce il mondo come una realtà separata da sé, esterna, scollegata. Un ambiente a cui attingere, da sfruttare senza il senso del limite. Ogni cosa, persino l’altro, può essere ridotta a oggetto da fare proprio.
Questa premessa, che passa del tutto inosservata, in realtà informa di sé il sistema nervoso. Determina modi di percezione la cui validità non è messa in discussione e diviene il terreno sul quale prospera una particolare sofferenza, quella Io-centrica, che da tempo immemorabile accompagna gli esseri umani.
Il cambiamento a cui si riferiscono gli Yoga Sutra coinvolge proprio tale premessa. Per questo il percorso di trasformazione interiore è così difficile. E, sempre per questo, sono così importanti coloro che hanno sperimentato questo percorso prima di noi e chi ancora ci invita a percorrerlo con spirito di autentico ricercatore.

WHY MEDITATION di Vimala Thakar - edizione curata dall’Associazione
LA NATURA DELLA COSCIENZA
LE STRUTTURE VERBALI
IL VERO SE’ E LE SUE RAPPRESENTAZIONI
DOMANDE E RISPOSTE
LA NATURA DELLA MEDITAZIONE

Appassionata della vita, Vimala Thakar ha dedicato la propria esistenza a una pacifica quanto intensa rivoluzione, una rivoluzione “interiore”, senza mai separare l’esperienza individuale dalla dimensione sociale.

Il suo approccio alla spiritualità ha sempre avuto una connotazione non autoritaria.
Tutto il suo insegnamento, tutta la sua vita è stata condivisione; ha sempre stabilito, con le persone come lei “in ricerca”, un rapporto basato sulla fratellanza e l’amicizia.
Amava dire: “facciamo tutti parte di un’unica famiglia spirituale” e amava definirsi una persona semplice, non una maestra ma solo una ricercatrice.

E Vimala era certamente una persona speciale, ma senza traccia alcuna di superiorità.

IL LIBRO DELLE PERLE - edizione curata dall’Associazione

Appunti e pensieri sul Raja Yoga

Molte cose importanti, talvolta fondamentali, sono state dette nel corso dei secoli, molte verità sono state offerte, nel tempo, agli esseri umani; molti saggi e ricercatori sinceri hanno lasciato tracce delle proprie conquiste interiori: i testi cui attingere non mancano. Eppure, nel nostro vivere in società non si assiste a nessun cambiamento rilevante, gli effetti di tante verità stentano a trovare applicazione nelle nostre esistenze. Evidentemente non basta desiderare un mutamento o ricercarlo ricorrendo alla forza perché una trasformazione abbia luogo.

Un cambiamento sembra inefficace se permane inalterato l’insieme di regole che organizza la percezione e l’intelligenza stessa. Cambiano le condizioni esterne, ma restano invariate le premesse che influenzano ciò che si desidera e gli atti che ne derivano.

Qualcosa di diverso deve avverarsi: dobbiamo passare attraverso un vissuto che ci riveli – e ci dia la certezza – di come la nostra intelligenza sia altro e di più dell’insieme di abitudini percettive che, attraverso l’uso e la ripetizione, determinano il nostro sguardo e vanno a modellare la natura del nostro vivere collettivo.

MENTE E MEDITAZIONE di Vimala Thakar - edizione curata dall’Associazione
INCONTRO CON L’INCONSCIO
COS’E’ LA TRASFORMAZIONE DELLA MENTE?
UNA TRASFORMAZIONE TOTALE

Appassionata della vita, Vimala Thakar ha dedicato la propria esistenza a una pacifica quanto intensa rivoluzione, una rivoluzione “interiore”, senza mai separare l’esperienza individuale dalla dimensione sociale.

Il suo approccio alla spiritualità ha sempre avuto una connotazione non autoritaria.
Tutto il suo insegnamento, tutta la sua vita è stata condivisione; ha sempre stabilito, con le persone come lei “in ricerca”, un rapporto basato sulla fratellanza e l’amicizia.
Amava dire: “facciamo tutti parte di un’unica famiglia spirituale” e amava definirsi una persona semplice, non una maestra ma solo una ricercatrice. E Vimala era certamente una persona speciale, ma senza traccia alcuna di superiorità.

In questo volume sono raccolte alcune conferenze che Vimala Thakar ha tenuto in Olanda nel corso degli anni Sessanta, su invito della International School of Philosophy di Amersfoort e del Center of Philosophy and Psychology di Bilthoven.

RILASSAMENTO E MEDITAZIONE di Renata Angelini e Moiz Palaci - edizione in abbonamento a Corriere della Sera, in collaborazione con Yani - Yoga Associazione Nazionale Insegnanti
FILOSOFIA E DISCIPLINA PER UNA MENTE QUIETA

Il rilassamento, unito all’ascolto e alla presenza, compone il tessuto di uno sguardo particolare: dhyana, la meditazione, dimensione di osservazione che ci connette con il nostro “sentimento d’Essere”.

Prendendo avvio dalla domanda che sollecita a intraprendere un cammino interiore, il testo esplora la natura del rilassamento, il valore dell’attenzione e dell’ascolto, per approdare infine al senso della centratura e della presenza.

Invita a osservare come durante la meditazione la percezione d’Essere cambi, come cambino pensieri e pulsioni, come, senza sforzo, senza averlo desiderato, si plachi infine lo spossante chiacchiericcio che accompagna l’ordinaria attività mentale.

Il silenzio, la sospensione della recita, divendano allora possibilità di apprendimento. La pratica del Rajayoga dischiude la capacità di convergere verso il momento presente.

Collana Piccole Perle

N° 1 – Gérard Blitz, Un’intervista

N° 2 – Gérard Blitz, La vita scorre nell’istante presente
L’attitudine mentale

N° 3 – Gérard Blitz, Come l’acqua, come il vento

N° 4 – Luigi Turinese, J. Krishnamurti, La profondità del presente

N° 5 – Jean Klein, Osservare, semplicemente
R.Angelini-M.Palaci, Libertà, libertà

N° 6 – Vimala Thakar, Spiritualità e coinvolgimento sociale

N° 7 – R.Angelini-M.Palaci, Appunti sul Raja Yoga

N° 8 – Vimala Thakar, Commento dell’Isha Vasya, 7° mantra

N° 9 – R.Angelini-M.Palaci, Essere in relazione

N° 10 – Vimala Thakar, Una grande avventura
R.Angelini-M.Palaci, Postura seduta e ascolto meditativo

N° 11 – Vimala Thakar, La meditazione
R.Angelini-M.Palaci, Una coscienza in grado di accogliere movimento e non movimento

N° 12 – Vimala Thakar, La qualità dell’osservazione: dal rilassamento al silenzio

N° 13 – Vimala Thakar, La qualità dell’osservazione
Marie M.Davy, Il suono e il silenzio

N° 14 – Gérard Blitz, L’attitudine mentale
R.Angelini-M.Palaci, Una lezione di yoga è un luogo…

N° 15 – Gérard Blitz, Yoga e Sutra
Sulla relazione delle scritture con la pratica
quotidiana.

N° 16 – Vimala Thakar, Sono una persona normale, una discepola della vita

N° 17 – Sorprendersi essere altro      R.Angelini,M.Palaci,L.Porfiri,M.R.Valota

Collana Praticare da soli

Quaderno di Appunti n° 1
Quaderno di Appunti n° 2
Quaderno di Appunti n° 3